Federazione Russa

L’Ente SJAMo opera dal 2013 in Federazione Russa attraverso un’ intesa con l’Ente Nadia Onlus, in 15 Regioni differenti.

I bambini russi che vengono dati in adozione sono quasi sempre orfani o figli di genitori privati della potestà genitoriale a causa di gravi forme di disagio sociale (come l’abuso di alcool).

Vivono presso ospedali o istituti di stato. L’età dei bambini è variabile, i tempi per l’abbinamento si riducono notevolmente qualora essi abbiano superato i 6 anni. Non tutti sono di origine slava: sono infatti numerosi i bambini di etnia tartara, cosacca o asiatica, che presentano i tratti somatici tipici delle zone di provenienza. A volte sono riscontrabili problemi transitori di carattere psicomotorio o nutrizionale, legati al tipo di vita condotta prima di entrare in istituto.

Autorità locali: Le adozioni internazionali vengono regolamentate dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero della Giustizia.

Viaggi necessari: Le coppie adottive devono effettuare tre viaggi distinti con una permanenza di circa una settimana per ciascun viaggio.

Dopo l’adozione: la Federazione Russa richiede 5 relazioni nei primi 3 anni, poi una relazione ogni 2 anni fino al diciottesimo anno di età.