Colombia

La SJAMo opera in Colombia dal 2012.

La Colombia è  uno dei primi Paesi ad aver ratificato e implementatola Convenzione dell’Aja nel 1993.

I bambini adottabili  vivono in istituto o presso famiglie affidatarie, attentamente monitorati dall’autorità centrale per le adozioni, l’ICBF.

Le coppie che decidono di adottare in Colombia possono contare su informazioni precise e numerose riguardanti la salute e le caratteristiche del bambino in adozione. I tempi di attesa per l’abbinamento possono estendersi oltre la media; adottare un bambino in Colombia richiede perciò una forte determinazione da parte della coppia in cammino.

Per la registrazione all’ICBF sono richieste obbligatoriamente dallo Stato Colombiano due relazioni psicologiche specifiche che verranno redatte dalla SJAMo.

Autorità locali: L’autorità centrale per le adozioni internazionali è l’Istituto Colombiano per il Benessere Familiare (ICBF).

Viaggi necessari: un unico viaggio di circa 45 giorni. Per almeno i primi 10 giorni devono essere presenti entrambi i coniugi.

Dopo l’adozione: richieste obbligatoriamente 4 relazioni: la 1^ a 3 mesi dalla sentenza, la 2^ a 9 mesi, la 3^ a 15 mesi, la 4^ a 21 mesi.

Requisiti:
Vi sono dei limiti riguardo all’adozione di bambini piccoli determinati dall’età della coppia aspirante l’adozione :
• tra 25 -38 anni possono adottare bimbi da 0 a 2 anni compiuti
• tra 39 – 41 anni possono adottare bambini dai 3 ai 4 anni compiuti
• tra i 42 – 45 anni possono adottare bambini dai 5 ai 6 anni compiuti
• tra i 46-49 dai 7 anni in su.
Non vi sono limiti invece se la coppia, seppur giovane, desidera un bambino più grande