Sostegno a distanza Levy Simoes (storico)

Sostegno a distanza Levi Simoes
(Nova Modica – MG)

Spirito
Nei due centri (uno municipale l’altro privato) della città di Nova Modica sono ospitati circa 180 bambini.
I nostri referenti in loco spesso lamentano difficoltà perfino nell’acquistare il cibo necessario ai bambini.
Nei centri vengono date opportunità di lavoro ai genitori di alcuni bambini ospitati, in condizioni “amichevoli e controllate”, perché persone con gravi carenze non troverebbero altro lavoro.
Metodo
Se desiderate aderire al progetto “Sostegno a distanza” é necessario:
- compilare il modulo di adesione allegato e consegnarlo agli incaricati dell’Associazione SJAMo “São Jose’ Amici nel Mondo” di Albenga (SV) oppure spedirlo a:
S.J.A.Mo. – via Medaglie d’Oro n.73- 17031 Albenga (SV); Tel./Fax. 0182-559156.
- e congiuntamente effettuare un versamento di euro 170 annui, pagabili in un’unica soluzione oppure rateizzabili in due quote semestrali, sul c/c bancario i cui estremi sono riportati nel modulo di adesione.
Nota: si sottolinea che l’impegno minimo richiesto è di un anno, al termine del quale ogni sostenitore può ritenersi assolutamente libero di decidere se continuare o meno nel progetto “Sostegno a distanza” per gli anni successivi.
Si informa il sostenitore che la donazione è deducibile dal reddito imponibile nella misura massima del 2% di tale reddito (ai sensi del TUIR art.10 lett. g per le private persone fisiche; art.65 comma 2 lett. a per le imprese). Per beneficiare della detrazione basta conservare la ricevuta di pagamento con la causale di donazione secondo quanto specificato nel modulo di adesione e naturalmente, nella dichiarazione dei redditi aver dedotto la cifra donata.
Scarica il modulo di adesione .
Nova Modica – MG

Descrizione dell’azione

Il progetto “Levy Simoes Creche e Casa Abrigo” è uno degli interventi realizzati nel comune di Nova Modica, volto alla realizzazione di un asilo che sia in grado di accogliere 200 bambini da 0 a 7 i cui diritti sono stati violati. Questo progetto è parte di un più ampio programma riconosciuto dallo Stato brasiliano a favore e a garanzia dell’attuazione dello Statuto del bambino e dell’adolescente; è il secondo intervento di questo tipo: un progetto pilota analogo è già operativo da due anni nella città di Nova Venecia stato di Espirito Santo.

Questo servizio è nato, su richiesta della comunità locale, dalla necessità di creare uno spazio per l’accoglienza dei bambini vittime nell’ambito famigliare e sociale.Davanti a tale necessità, fin dal 1980, fu creata una entità non lucrativa “Creche Levy Simoes de Souza” che ha sempre sopravvissuto precariamente con aiuti del Governo Federale e con piccole donazioni saltuarie; da ciò emerse una crescente necessità di incentivare gli interventi a favore dell’infanzia in difficoltà, fino a chiedere nel 1999 un aiuto agli esperti della Sjamo.

Ubicazione

Il progetto è realizzato nel comune di Nova Modica, un municipio che si estende su un’area territoriale di 375,43 kmq ed una popolazione di 4.265 e che dista circa 420 Km da Belo Horizonte, capitale dello stato di Minas Gerais. Le attività economiche principali sono l’agricoltura e l’allevamento di bestiame. Per quanto riguarda le infrastrutture gran parte dell’area urbana è servita da energia elettrica, acquedotto, pavimentazione e sistema fognario.
Il progetto “CRECHE E CASA ABRIGO LEVY SIMOES” si localizza precisamente in un quartiere popolare della cittadina di Nova Modica; in prossimità del centro della città e di facile accesso alle scuole pubbliche, al centro sanitario, servito di acqua, luce, telefono e risanamento di base.
La situazione socio-economica del Municipio è caratterizzata da alta disoccupazione e da mano d’opera squalificata. Quanto all’aspetto educativo, tra gli altri indicatori, segnaliamo un indice di analfabetismo pari al 40% della popolazione adulta.

 Destinatari

Ricordiamo che i beneficiari di questo intervento sono in primo luogo i bambini di ambo i sessi, nella fascia d’età da zero a dodici anni indirizzati dalla comunità locale (le loro famiglie), dal tribunale dell’Infanzia e della Gioventù e/o dal Consiglio Tutelare.
I bambini inviati alla Creche Levy Simoes sono spesso segnalati da parenti, dalla comunità locale o dal Consiglio Tutelare. Si tratta di bambini in situazione di gravi carenze fisiche o psicologiche dovute a maltrattamenti, violenze, denutrizione, precarie condizioni igieniche e sanitarie.

Attività svolte

Oggi il Centro Infantile Levy Simoes de Souza sta attendendo in regime di “creche” più di 140 bambini nella fascia di età tra otto mesi e sette anni e sta prestando un servizio di orientamento e appoggio socio-familiare alle famiglie più bisognose. Prima del progetto il Centro o meglio l’asilo non dava nessuna attività sistematica ai bambini e alle loro famiglie, la sua finalità era di offrire, anche in forma precaria, un pasto ai bambini. Le finalità generali del progetto sono quelle di garantire da una parte una accoglienza ai bambini in situazioni di grave ed urgente necessità e di offrire dall’altra una concreta possibilità di realizzare uno sviluppo integrale e armonico del bambino attraverso la socializzazione e l’integrazione sociale, l’apprendimento, lo sviluppo delle autonomie attraverso un’attività di educazione permanente. In questo modo si può offrire a questi bambini una concreta possibilità di reinserimento nella propria famiglia d’origine o in una sostituta.

Le attività principali sono:

  • Familiarizzazione con la realtà locale e le risorse a disposizione
  • Costituzione del gruppo di lavoro locale e inizio formazione del personale locale
  • Inizio realizzazione delle procedure operative e incamminamento dell’attività
  • Impostazione di una campagna di sensibilizzazione finalizzata all’individuazione e registrazione di famiglie affidatarie (programma familia acolhedora)
  • Realizzazione delle infrastrutture necessarie (nuova struttura della creche e del lar abrigo) e acquisto di materiali e strumenti
  • Acquisto di attrezzature hardware e software per la realizzazione di un archivio dati
  • Impostazione del data base per la realizzazione di cartelle personali dei bambini inseriti nel centro

Finanziamenti

I finanziamenti sono per il 50% a carico di Enti Brasiliani, il restante proveniene da iniziative di raccolta di SJAMo; la Commissione per le Adozioni Internazionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri) ha ritenuto il progetto meritevole di un contributo di 75.000 euro; la Provincia di Savona ha classificato primo il nostro progetto tra i partecipanti per un finanziamento di cooperazione.

Attori del progetto

In Brasile:
- Centro Infantile Levy Simoes de Souza,
- Comunità locale
- Prefettura di Nova Modica e EMATER
In Italia:
- Sjamo (Sao Josè Amici nel Mondo)
- In cammino per la famiglia
- Gruppo di Volontariato Solidarietà
- Comunità Locale
- Presidenza del consiglio dei ministri – Roma, Commissione per le adozioni   internazionali

Documenti correlati

Articolo pubblicato sul giornale della Asl italiana

I progetti in corso

La Casa Lar è parte di un progetto più ampio riconosciuto dallo stesso Stato brasiliano nell’attuazione dello Statuto del bambino e dell’adolescente (legge n.8069 del 13.07.90).
Nello stato di Espirito-Santo, città di Nova Venecia, il progetto di cooperazione “Levi Simoes”.