Conferimento incarico

Il Conferimento d’Incarico è l’autorizzazione che la coppia conferisce all’Ente per attivare e proseguire la procedure adottiva di un minore straniero all’estero. Con tale conferimento la coppia accetta la metodologia utilizzata dall’Ente.

La SJAMo, prima del conferimento di incarico, ha l’obbligo di informare le coppie attraverso incontri, colloqui ed altre metodologie sulle modalità operative utilizzate sia in Italia che all’estero e sulle eventuali difficoltà, in ordine, ad esempio, all’età oppure ai tempi dell’adozione nel paese indicato dalle coppie.

Prima di accettare l’incarico, la SJAMo richiede alla coppia la relazione redatta dai servizi socio-sanitari e, ove la relazione non sia in loro possesso, previo consenso espresso dei coniugi, può richiederla al Tribunale per i minorenni che ha dichiarato l’idoneità.

Dalla relazione potrebbero infatti emergere più chiaramente le reali aspettative della coppia, alle quali nei fatti l’Ente potrebbe non essere in grado di dare una risposta, ad esempio perché nel paese in cui la coppia intende adottare non sono disponibili per l’adozione bambini di età o caratteristiche sperate.

Il SJAMo ha l”obbligo di segnalare tempestivamente ed in qualsiasi momento fatti notizie e cambiamenti sostanziali della realtà personale e/o familiare riguardante gli aspiranti genitori adottivi di cui è venuto a conoscenza e che possono richiedere l”intervento dei Servizi territoriali o dello stesso Tribunale in relazione all”idoneità.

Il conferimento d’incarico può essere richiesto dalla coppia anche prima della partecipazione al corso di approfondimento.