Rafael per Sofia

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno aderito al progetto “Rafael per Sofia”, in primis mamma Angela e papà Paolo che con questo progetto hanno voluto ricordare la prematura scomparsa del loro amato figlio Rafael, ai quali ci stringiamo nuovamente con la più sentita vicinanza e gratitudine.

I nostri Ringraziamenti vanno, contestualmente, a:
Cristina e Riccardo, Camilla, Marco e Claudia, Lucia, Pasquale, Angela, Barbara, Luca, Laura e Carlo, Federico, Angela, Marcella e Eugenio, Sara e Antonio,  Mariangela e tutti gli altri amici che hanno sostenuto questo progetto.

 

Grazie alle Vostre donazioni, la Sjamo contribuisce a migliorare la vita di Sofia, una bimba sudamericana con “bisogni speciali”, di cui Vi raccontiamo la storia:

Sofia è una bambina di 3 anni, nata nella Repubblica Colombiana all’interno di una famiglia che non è mai riuscita a prendersi cura di lei, a causa di una situazione socio economica particolarmente deficitaria.

Sin dai suoi primi istanti di vita, Sofia è stata presa in carico dalle istituzioni colombiane attraverso il “Programma di Protezione Minorile” e, a pochi giorni di età, collocata presso una famiglia affidataria sostitutiva “professionale”, selezionata dalle autorità competenti.

I genitori di Sofia non le hanno mai fatto visita.
Aldilà di poche, sporadiche visite iniziali, da parte di uno zio, nessuno dei suoi familiari si è presentato presso le strutture in cui è stata accolta Sofia, lasciandola di fatto alle esclusive “cure” istituzionali, e determinandone pertanto la successiva messa in “Stato di Adottabilità”, dopo circa un anno dalla sua nascita.

A Sofia è stata diagnosticata una Sindrome genetica estremamente rara e poco nota, la cui sintomatologia è stata studiata su pochi casi in tutto il mondo. Tale sindrome si manifesta con deficit nella crescita fisica e cognitiva.

Attraverso il materiale forniteci, quali relazioni cliniche e tecniche del personale specialistico che ne ha assunto le cure, emerge il ritratto di una bambina vispa e affettuosa, volonterosa e partecipe rispetto alle attività terapeutiche cui è sottoposta.

Ognuno di questi documenti descrive una bambina attiva e reattiva, nettamente orientata al miglioramento rispetto ai propri deficit.

Sofia necessita di un costante supporto logopedico, psicomotorio e psicoterapico, più volte a settimana, poiché attraverso le stimolazioni terapeutiche il suo sviluppo e la sua qualità di vita si profilano verso scenari di netto allineamento con i suoi coetanei.

La Sjamo, si è fatta carico di assicurare a Sofia le cure necessarie a supportarne la crescita, motoria e cognitiva, grazie alle quali sarà più semplice trovare una Famiglia che la accolga.

Dopo aver reso noto alle autorità la propria disponibilità ad assumere gli oneri della terapia necessaria a Sofia, tali da garantirle una cura funzionale non solo al suo sviluppo, bensì alla realizzazione di un Progetto Adottivo.

La Sjamo ha più volte interrogato gli specialisti che hanno in cura la piccola: da ogni visita medica sono emersi pareri confortanti, che descrivono il profilo di una bimba affettuosa, e piena di risorse, con buoni presupposti di adattamento e sviluppo della sua qualità di vita futura.

GRAZIE al Vostro Sostegno, importantissimo per Sofia e per la Sjamo,  sono stati raccolti fondi sufficienti a garantirle gli interventi clinici e terapeutici per un periodo, stimato, di circa due anni a partire da oggi.

GRAZIE a Voi, la piccola Sofia può continuare a ricevere il supporto necessario e partecipare a programmi riabilitativi di tipo fono-audiologico.

GRAZIE alla Vostra Partecipazione, la nostra Speranza di trovare presto una famiglia per Sofia è più viva e i presupposti di veder realizzato il sogno di un Progetto Adottivo per Sofia sono oggi migliori.

 

Per maggiori informazioni:

Associazione SJAMo – Sao Josè Amici Nel Mondo
Sede di ALBENGA
Via Lungocenta C.B. n. 12 – Albenga (SV)
Tel.: (+39) 0182 51854
Cell.: (+39) 346 66 27 482
Mail: sjamo.ong@gmail.com

Progetto Senegal: fornitura di equipaggiamenti per cooperativa di mamme

In Senegal SJAMo in collaborazione con l’associazione CLMC (Comunità Laici e Missionari Cattolici) ha avviato un progetto a tutela dei diritti dell’infanzia attraverso il sostegno dell’occupazione femminile.

#gallery-1 {
margin: auto;
}
#gallery-1 .gallery-item {
float: left;
margin-top: 10px;
text-align: center;
width: 33%;
}
#gallery-1 img {
border: 2px solid #cfcfcf;
}
#gallery-1 .gallery-caption {
margin-left: 0;
}
/* see gallery_shortcode() in wp-includes/media.php */

Le donne hanno un ruolo centrale nella gestione della famiglia e nello sviluppo dell’economia locale: sono loro a occuparsi dell’educazione e della cura dei bambini, quanto della coltivazione dei campi, della trasformazione dei prodotti agricoli e della loro commercializzazione. In un contesto generale caratterizzato da problemi di basso reddito, sottooccupazione, difficoltà di approvvigionamento delle derrate alimentari di base, cronico nella stagione secca, sostenere le madri nelle attività lavorative significa sostenere l’economia locale e prevenire l’abbandono dei minori.

Nel quartiere che si è sviluppato intorno alla Parrocchia St. Anne di St. Louis una cooperativa agricola forma e dà lavoro a 30 donne.
E’ un luogo di socializzazione per l’intera comunità comunità e uno luogo di confronto particolarmente importante per le donne, che qui possono trovare uno spazio privilegiato per parlare di maternità  e di famiglie.
L’obiettivo del progetto è dotare la cooperativa di due macchinari semplici: una seccatrice solare ed una macchina per confezionare sottovuoto i prodotti agricoli già seccati per una migliore conservazione. Saranno poi le donne della cooperativa ad occuparsi della futura manutenzione.

Leggi la descrizione del progetto

Per maggiori informazioni:

Associazione SJAMo – Sao Josè Amici Nel Mondo
Via Lungocenta C.B. n. 12 – Albenga (SV)
Tel.: (+39) 0182 51854
Cell.: (+39) 347 41 46 640
Mail: sjamo.ong@gmail.com

Colloqui di selezione per il Servizio Civile Nazionale 2018

I colloqui di selezione dei candidati al progetto di Servizio Civile Nazionale dell’Associazione SJAMo “Un cammino condiviso 2018” sono fissati per il giorno
MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE 2018 alle ore 15:00, presso la sede SJAMo di Albenga, Via Lungocenta C.B. n. 12.

Referente del progetto: Claudio Leucci
Associazione SJAMo – Sao Josè Amici Nel Mondo
Via Lungocenta C.B. n. 12 – Albenga (SV)
Tel.: (+39) 0182 51854
Cell.: (+39) 346 66 27 482
Mail: sjamo.ong@gmail.com 

Pubblichiamo la graduatoria dei volontari relativa al progetto di Servizio Civile Nazionale “Un Cammino Condiviso 2018”.

Servizio Civile Nazionale 2018

Il bando regionale della SJAMo apre due posti per il progetto “Un cammino condiviso 2018“.
Clicca qui per prendere visione del progetto.
Possono presentare la propria candidatura i ragazzi e le ragazze che abbiano fra i 18 e i 28 anni compiuti (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda.
Per maggiori informazioni e per scaricare la modulistica relativa alla domanda di partecipazione clicca qui.

Data di scadenza per la presentazione delle domande: 28 settembre 2018

tramite pec o raccomandata a/r entro le 23:59  
consegna a mano entro le 18:00

 

Referente del progetto: Claudio Leucci

Associazione SJAMo – Sao Josè Amici Nel Mondo
Via Lungocenta C.B. n. 12 – Albenga (SV)
Tel.: (+39) 0182 51854
Cell.: (+39) 347 41 46 640
Mail: sjamo.ong@gmail.com
 Sjamo Ong